Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

Museo Marino Marini

Come coinvolgere le nuove generazioni?

  • Pubblicato il: 15/09/2018 - 08:04
MUSEO QUO VADIS?

È in corso un dimezzamento della partecipazione nei musei italiani del bacino demografico 15-24 nel 2011 in raffronto al 1999 a fronte del triplicarsi degli anziani (65 anni e oltre), che passano dal 4,5% a oltre il 13%.Continuiamo a sorprenderci per la progressiva rarefazione degli under 35 (al netto delle deportazioni forzate in età scolastica) nei luoghi e presidi culturali: teatri, musei, aree archeologiche ed ancora dalla lettura o concertistica classica. Come coinvolgere le nuove generazioni? Fabio Viola, esperto in audience engagement e gamification immagina i luoghi culturali del XXI secolo. Il successo dei suoi progetti “engagement centered” Father and Son per il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Playable Museum Award per il Marino Marini di Firenze e Firenze Game per il Comune di Firenze, dimostrano l’efficacia nel disegnare esperienze che partano dai pubblici per intercettarli e coinvolgerli.
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini

Articolo a cura di: 
Fabio Viola, esperto in audience engagement e gamification
Autore/i: 

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 11/05/2018 - 06:52
NOTIZIE
>>> Il Museo Marino Marini di Firenze annuncia i 15 finalisti del Premio Playable Museum Award >>> Proclamati i 4 finalisti del concorso per l’Innovation Square Center di Torino >>> Alla Galleria Lia Rumma di Napoli Pianoterra onlus presenta ‘The Milky Way Foto’ >>> La Fondazione Memmo presenta Kerstin Brätsch_Ruine / KAYA_KOVO presso le Scuderie di Palazzo Ruspoli. >>> Per CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia primo appuntamento del programma europeo Futures >>> Fondazione Pino Pascali ricorda l’artista omonimo a 50 anni dalla morte
Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Playable Museum Award: creativi di tutto il mondo unitevi!

  • Pubblicato il: 16/03/2018 - 16:14
MUSEO QUO VADIS?

A poche settimane dalla riapertura dei suoi spazi, il Museo Marino Marini di Firenze lancia il bando Playable Museum Award (PMA) in cui la tecnologia è al servizio della creatività. Scadenza il prossimo 31 marzo.
Rubrica di ricerca in collaborazione con il Museo Marino Marini
 

Articolo a cura di: 
Patrizia Asproni
Autore/i: 

Riscrivere le relazioni tra visitatori e musei: al via il Playable Museum Award

  • Pubblicato il: 15/01/2018 - 00:00
DOVE OSA L'INNOVAZIONE

Il Museo Marino Marini di Firenze lancia una call internazionale: la 1a edizione del Premio Playable Museum Award, progetto curato e coordinato da Fabio Viola, engagement scientist, al secondo posto nella top-ten mondiale dei game designer, che più volte abbiamo accolto su queste colonne. Obiettivo individuare contributi innovativi per la progettazione di iniziative pionieristiche per immaginare il museo del futuro, un hub di innovazione tecnologica, sociale e culturale che favorisca la partecipazione e il coinvolgimento attivo e spontaneo dei visitatori, attragga e coinvolga le nuove generazioni. La call, che prevede un grant  di 10.000 euro e il supporto all’implementazione del progetto innovativo selezionato- con il contributo di Fondazione Cassa Risparmio Firenze-, sarà aperta dal 15 gennaio al 31 marzo 2018.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 12/01/2018 - 16:34
NOTIZIE

>>> Con il Playable Museum Award il Museo Marino Marini cerca idee per il museo del futuro >>> Storie di migrazione con il Museo del cinema di Torino in collaborazione con Fondazione Torino Musei >>> Nuova edizione dello CSAV – Artists Research Laboratory di Fondazione Ratti >>> Un intenso 2017 per la fondazione Leonardo Sinisgalli >>> La fondazione svizzera Origen premiata per la rinascita di un villaggio montano >>&gt

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Arte Scuola Museo 2017. Esperienze tra arte e mondo della scuola

  • Pubblicato il: 15/12/2017 - 00:00
CULTURA E WELFARE

Attraverso il convegno Arte/Scuola/Museo Palazzo Strozzi ribadisce il suo impegno verso i temi della mediazione e dell’educazione museale e si configura come un luogo di scambio di buone pratiche aperto ai professionisti del mondo della cultura e dell’educazione.
Le due giornate hanno offerto l’occasione di condividere alcune delle iniziative più significative realizzate in Italia e all’estero per avvicinare i giovani all’arte, privilegiando le formule non tradizionali tese ad ampliare e rinnovare le sinergie tra i centri d’arte, i musei, il mondo della scuola e le istituzioni.
Rubrica di ricerca in collaborazione con Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo.

Articolo a cura di: 
Chiara Lachi, Museo Marino Marini

Un ricco autunno per il Museo Marino Marini di Firenze: porte aperte per conversazioni fra la museologia e l’arte contemporanea in dialogo con la città.

  • Pubblicato il: 15/10/2017 - 20:02
OPINIONI E CONVERSAZIONI

Il Museo Marino Marini  ha inaugurato un nuovo corso: dialogo con la città, oltre i circuiti del turismo internazionale, divulgazione e incontri aperti anche ai non esperti per avvicinare all’arte contemporanea, apertura della sede museale come luogo di comunità, dove dedicarsi del tempo. Una formula “slow museum” che scommette sulla fidelizzazione e la qualità. Ne abbiamo parlato proprio con Patrizia Asproni, Presidente del Museo, che a Firenze ha ri-portato la sua consolidata esperienza nella gestione culturale.

Articolo a cura di: 
Neve Mazzoleni
Autore/i: 

Settembre speciale al MUSEO MARINO MARINI: 3 grandi eventi, 8 protagonisti della cultura e arte contemporanea, 1 special guest

  • Pubblicato il: 09/09/2017 - 11:22
NOTIZIE

Il Museo Marino Marini, a Firenze, riapre dopo la pausa estiva con un settembre ricco di eventi. Apre il guru delle digital humanities, Jeffrey Schnapp, il 12 settembre, per il ciclo “What’s next”
 

Articolo a cura di: 
Redazione
Autore/i: 

“Getting art out of museums to get people into museums”

  • Pubblicato il: 18/07/2017 - 18:36
MUSEO QUO VADIS?

Patrizia Asproni, Presidente del Museo Marino Marini, ha avviato un ciclo di confronti serrati, aperti al pubblico, “Director’s Cut”, con i direttori dei grandi musei nazionali in evoluzione. Confermata per il “museo agorà”, la tendenza, emersa anche in  ambito internazionale,  di “uscire dalle proprie mura” per incontrare il pubblico, il territorio nella quotidianità. Un “portare fuori l’arte”, alla gente, dall’Italia a Londra, a Hong Kong, a Sidney, passando per New York, questa tendenza all’apertura si sviluppa non senza contraddizioni. Prosegue la rincorsa al “gigantismo” per molti musei che stanno ampliando le loro superfici senza tenere a fuoco la loro specificità con il risultato di scarsa sostenibilità, difficoltà di gestione dei palinsesti e difficoltà nell’innovare la programmazione
 

Articolo a cura di: 
Patrizia Asproni
Autore/i: 

I musei come riserva di memoria quando la memoria ci abbandona

  • Pubblicato il: 15/04/2016 - 14:15
CULTURA E WELFARE

Il Museo Marino Marini presenta insieme ai suoi partner al convegno internazionale Musei Arte e Alzheimer di Firenze il progetto MA&A Museums Art & Alzheimer’s. Una best practice che abbatte i confini dati dalla malattia attraverso l’arte e la creatività, sviluppando un crossover culturale tra il mondo dei musei e il settore socio-sanitario. Rendere l’arte accessibile alle persone con Alzheimer e a chi se ne prende cura. Questo l’impegnativo tema al centro del Convegno internazionale «Musei Arte e Alzheimer» - tenutosi a Firenze nell’Auditorium di Sant’Apollonia

Articolo a cura di: 
Roberta Bolelli e Sendy Ghirardi

Pagine