Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore

La società italiana allo specchio

  • Pubblicato il: 15/12/2015 - 18:09
STUDI E RICERCHE

L'analisi dei principali fenomeni sociali, economici e ambientali che riguardano il nostro Paese, è al centro di due importanti lavori di ricerca presentati nei giorni scorsi. La terza edizione del Rapporto sul Benessere equo e sostenibile dell'Istat, e il 49° Rapporto sulla situazione sociale del Paese del Censis, mettono a nudo pregi e difetti di un'Italia in cui inizia a crescere l'ottimismo verso il futuro, nonostante il perdurare di molteplici disparità. In tale contesto, il patrimonio culturale continua a essere una risorsa poco valorizzata e costantemente minacciata dal degrado, a scapito della sua capacità di definire le nuove frontiere dell'italianità

Articolo a cura di: 
Vittoria Azzarita

LO SHOCK CULTURALE DI BOLZANO

  • Pubblicato il: 15/12/2015 - 16:40
STUDI E RICERCHE

Bolzano risponde in modo affermativo a una delle domande più frequenti in campo di policies culturali: può la cultura influire sul benessere sociale e individuale dei cittadini? Suggerimenti dai risultati della ricerca condotta da Giorgio Tavano Blessi e Giovanni Pierretti del Dipartimento di Sociologia ed Economia dell'Università di Bologna, Pier Luigi Sacco e Guido Ferilli della Facoltà Arti, Turismo e Mercati dell'Università IULM di Milano, e Enzo Grossi della Fondazione Bracco di Milano, pubblicata su Cities. Lo studio dimostra l’impatto dell’offerta e del consumo di cultura sul benessere psicofisico dei cittadini. L’indagine si inserisce nel progetto Cultura e benessere sul territorio italiano promosso nel 2008 da Università IUAV di Venezia, Facoltà di Arti e Design Industriale, Dipartimento di Arti e Design e Industriale — Centro EPOCA — Economia e Politiche Culturali Avanzate; Libera Università di Bolzano, Facoltà di Scienze della Formazione; Ripartizione Italiana Cultura Provincia Autonoma di BolzanoFondazione GarroneBracco Spa

Articolo a cura di: 
Sendy Ghirardi
Autore/i: 

Sfide e opportunità del «secondo welfare» in Italia

  • Pubblicato il: 15/12/2015 - 16:20
STUDI E RICERCHE

A fine novembre è stato presentato presso la Biblioteca Nazionale di Torino il «Secondo Rapporto sul secondo welfare in Italia». Lo studio coordinato dal Centro di Ricerca e Documentazione Luigi Einaudi, in collaborazione con l'Università di Milano e il Corriere della Sera, e con il sostegno di importanti istituzioni tra cui Fondazione Cariplo, Fondazione Cariparo, Fondazione CRC e Fondazione CON IL SUD, indaga i fenomeni endogeni ed esogeni che influenzano lo sviluppo di modelli alternativi di protezione sociale nel nostro Paese. Lo studio evidenzia come le Fondazioni di origine bancaria siano «uno dei principali e più attivi protagonisti del secondo welfare» in Italia, giocando un ruolo fondamentale nel contrasto alle nuove forme di povertà

Articolo a cura di: 
Vittoria Azzarita

DODICESIMO RAPPORTO SULLA PRODUZIONE CULTURALE A VENEZIA

  • Pubblicato il: 04/12/2015 - 10:37
STUDI E RICERCHE

2.886 eventi per 20.241 giornate evento; oltre 300 organizzatori e 318 luoghi. Pochi ma significativi numeri dal Dodicesimo Rapporto sulla produzione culturale - presentato lo scorso sabato 28 novembre alla Fondazione di Venezia  - che fornisce, come di tradizione, i dati utili per misurare il sistema degli eventi temporanei a Venezia

 

Articolo a cura di: 
Redazione
Autore/i: 

Le Fondazioni di Impresa hanno una strategia condivisa: investire sui giovani e contribuire allo sviluppo del secondo welfare.

  • Pubblicato il: 16/11/2015 - 00:22
STUDI E RICERCHE

Per la prima volta una ricerca indaga l’impatto degli investimenti operati sui  giovani da parte delle fondazioni di impresa e di famiglia, chiarendo il loro ruolo nella società. Dallo studio emerge come le attività filantropiche delle imprese contribuiscano fattivamente alla formazione giovanile generando effetti indiretti socio-economici.  Dal 2011 al 2014 sono stati erogati dalle fondazioni d’impresa 49 milioni di euro a beneficio di 56 mila giovani

Articolo a cura di: 
Sendy Ghirardi
Autore/i: 

Le Fondazioni bancarie dell'Emilia Romagna fotografate dall'Osservatorio dello Spettacolo regionale

  • Pubblicato il: 26/10/2015 - 13:00
STUDI E RICERCHE

Uno studio ne ricostruisce l'impegno a favore della cultura. Ne emerge una nutrita rappresentazione che, partendo da una lettura del contesto generale, attraverso i dati pubblicati dall'Acri relativi a tutte le 88 fondazioni di origine bancaria italiane, a livello regionale descrive il ruolo delle fondazioni nel sostenere il settore dello spettacolo

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Integrare cultura e turismo attraverso la sostenibilità

  • Pubblicato il: 14/10/2015 - 22:17
STUDI E RICERCHE

Dall'1 al 3 ottobre il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa ha ospitato gli Stati Generali del Turismo Sostenibile. Suggellando il progetto di tutela e valorizzazione del patrimonio ferroviario storico avviato dal MiBACT con la Fondazione FS, l'iniziativa è stata l'occasione per avviare una riflessione programmatica sulle potenzialità e le criticità del settore turistico a partire da un uso sostenibile del nostro patrimonio materiale e immateriale. Oltre 200 rappresentanti del settore turistico, suddivisi in 15 tavoli di lavoro, si sono confrontati su sei temi prioritari presentati da sette esperti
 

Articolo a cura di: 
Vittoria Azzarita

Il sostegno al crowdfunding come metodo erogativo

  • Pubblicato il: 09/10/2015 - 18:38
STUDI E RICERCHE

Milano. Io sto con la sposa è un documentario nato da un'idea politica condivisa da un giornalista indipendente e un regista italiani insieme ad un poeta e giornalista palestinese, che nel novembre 2013 partono da Milano valicando le frontiere di mezza Europa, 'accompagnando' cinque rifugiati palestinesi e siriani in terra svedese, con lo scopo di eludere le leggi sull'immigrazione attraverso la messa in scena di un corteo nuziale. 

Articolo a cura di: 
Cristina Perillo
Autore/i: 

Chi salverà il Sud? Le regioni meridionali fotografate dal Rapporto SVIMEZ 2015

  • Pubblicato il: 15/09/2015 - 11:20
STUDI E RICERCHE

Le principali anticipazioni tratte dal Rapporto SVIMEZ 2015 sull'Economia del Mezzogiorno hanno destato sconcerto e preoccupazione nei confronti di un territorio in cui le conseguenze della crisi rischiano di trasformarsi in un «sottosviluppo permanente». Vittima di facili stereotipi e sovente al centro di spiacevoli campagne denigratorie, il Sud ha molte più frecce al proprio arco di quanto comunemente si creda. La vera sfida consiste nel trovare le vie d'uscita maggiormente promettenti, e in quest'ottica la cultura e i fondi comunitari rappresentano due fattori in grado di trainare la crescita delle regioni meridionali. Un riscatto, non semplice ma possibile, come dimostra l'impegno profuso in questi anni dalla Fondazione CON IL SUD nel rafforzare percorsi di coesione sociale
 

Articolo a cura di: 
Vittoria Azzarita

EFFETTOFESTIVAL ALLARGA I SUOI CONFINI

  • Pubblicato il: 15/09/2015 - 11:15
STUDI E RICERCHE

La serie di pubblicazioni nata all’interno del Festival della Mente allarga i confini della ricerca indagando le realtà affini in Europa per capire quali sono le tendenze dei migliori festival culturali e individuare potenziali fonti d’ispirazione e d’influenza attraverso l’analisi di esempi internazionali innovativi

Articolo a cura di: 
Sendy Ghirardi
Autore/i: 

Da Symbola prospettive di rete

  • Pubblicato il: 15/07/2015 - 20:49
STUDI E RICERCHE

SPECIALE IO SONO CULTURA. Fondazione Symbola festeggia ogni anno la prima estate con un seminario-festival, sempre molto interessante, oltre che lussurioso per chi ama il paesaggio del contesto: le ondulate colline marchigiane, viste da Treia, uno dei borghi più belli d’Italia. Diviso in due parti e riservata la seconda ad una parata di politici e industriali importanti convocati da Ermete Realacci, nella prima Fabio Renzi raccoglie tecnici ed esperti, diversamente intrigati dalla soft economy, declinata ogni anno intorno ad un tema promettente per il territorio: dalle produzioni green alle industrie culturali
 

Articolo a cura di: 
Paolo Castelnovi
Autore/i: 

Symbola, la Fondazione delle qualità italiane

  • Pubblicato il: 15/07/2015 - 20:45
STUDI E RICERCHE

SPECIALE IO SONO CULTURA. Numeri e nuove narrazioni. «L’Italia delle qualità»» si è data appuntamento nelle Marche alla presentazione dell’atteso Rapporto annuale 2015 «Io sono cultura» della Fondazione Symbola con Unioncamere sulle industrie culturali e creative del Paese. «Orgoglio e pregiudizio» il tema di quest'anno del Seminario annuale di Treia tenutosi dal 23 al 27 giugno scorso. Ne parliamo con il Segretario generale Fabio Renzi

Articolo a cura di: 
Tiziana Leopizzi
Autore/i: 

Riuso e trasformazioni degli spazi a vocazione culturale e creativa: un driver per lo sviluppo, ma a quali condizioni?

  • Pubblicato il: 15/07/2015 - 20:44
STUDI E RICERCHE

SPECIALE IO SONO CULTURA. Le esperienze di trasformazione e rigenerazione sono un'importante leva di valorizzazione di beni del patrimonio pubblico e rappresentano un fenomeno ampio in cui la vitalità delle idee molto spesso si scontra con difficoltà normative, tecniche e finanziarie. Un contributo a cura della Fondazione Fitzcarraldo tratto dal rapporto 2015 "Io sono Cultura" di Symbola - Fondazione per le Qualità Italiane

Articolo a cura di: 
Ugo Bacchella, Alessandro Bollo, Franco Milella

Gli amici dei musei in Italia. Verso un modello di mecenatismo adozionale?

  • Pubblicato il: 15/07/2015 - 20:40
STUDI E RICERCHE

Centro Studi Silvia Santagata-Ebla (CSS-Ebla) e L.U.P.T. della Università Federico II di Napoli in collaborazione con l’Ufficio Studi del MiBACT, hanno recentemente concluso e pubblicato con il sostegno della Compagnia di San Paolo l’indagine «Gli Amici dei Musei in Italia. Verso un mecenatismo adozionale». Ne emerge un complesso e inesplorato fenomeno

Articolo a cura di: 
Enrico Bertacchini e Vittorio Falletti

La ricchezza dei territori nel Rapporto Istat 2015

  • Pubblicato il: 15/06/2015 - 19:14
STUDI E RICERCHE

Da oltre 20 anni il Rapporto annuale dell’Istat  offre una riflessione documentata sui cambiamenti economici e sociali in atto provando a prefigurare i rischi e a disegnare le opportunità che ci riserva il futuro. Emerge con forza la centralità dei territori a cui sono dedicati due dei cinque capitoli in cui è articolato il Rapporto. Le analisi restituiscono una geografia del Paese che confermano i tradizionali differenziali nord/sud (che tendono drammaticamente ad allargarsi) ma una lettura più raffinata lascia intravvedere interessanti prospettive di sviluppo legate alla relazione tra territorio-cultura-qualità della vita 

Articolo a cura di: 
Claudio Bocci
Autore/i: 

Pagine