Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

responsabilità sociale di impresa

Come cambiano le fondazioni d'impresa

  • Pubblicato il: 14/02/2017 - 10:59
STUDI E RICERCHE

A dicembre, l'INSEAD Europe Campus ha ospitato il primo “Corporate Foundations Knowledge Exchange”. Organizzato da DAFNEDonors and Foundations Networks in Europe, e da CFFCentre Français des Fonds et Fondations, l'evento ha richiamato l'attenzione di oltre 80 rappresentanti di fondazioni d'impresa e associazioni di fondazioni provenienti da tutta Europa, tra cui l’italiana Assifero. Questo primo confronto internazionale ha consentito di avviare un dibattito a più voci sul tema del rapporto reciproco che lega le fondazioni alle società che le finanziano. Durante l'incontro sono stati presentati i risultati dell'indagine condotta da Corporate Citizenship sulle tendenze che stanno cambiando le corporate foundations. Dal 2013 ad oggi, le fondazioni d'impresa che presentano un allineamento strategico con la propria società madre sono passate dal 58% al 73%, mostrando una propensione crescente verso la creazione di sinergie tra le attività filantropiche e il core business aziendale. Tuttavia per diventare dei reali agenti di cambiamento, le corporate foundations devono trovare il giusto equilibrio tra autonomia e integrazione al fine di massimizzare l'impatto sociale generato dalle loro attività
 

Articolo a cura di: 
Vittoria Azzarita

Ivrea, laboratorio di innovazione per il XXI secolo?

  • Pubblicato il: 21/03/2016 - 08:07
OPINIONI E CONVERSAZIONI

La candidatura Unesco di «Ivrea, città industriale del XX secolo», che sarà esaminata in occasione della 42° sessione del Comitato per il Patrimonio Mondiale nel corso dell’anno 2018, è stata l'occasione per individuare una strategia di valorizzazione dell'esperienza olivettiana, ripensando all'identità della cittadina eporediese del futuro. Le conversazioni con Laura Salvetti, Assessore Cultura e Turismo del Comune di Ivrea, Daniele Jalla, Presidente di Fondazione Guelpa, e Alberta Pasquero, Presidente di Fondazione Ruffini e amministratore delegato del BioIndustry Park, ci hanno fornito chiavi di lettura ed elementi di riflessione sulle piste di futuro di un territorio pieno di risorse

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Pagine