Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 27/07/2017 - 21:53
Autore/i: 
Rubrica: 
NOTIZIE
Articolo a cura di: 
Francesca Sereno

>>> Più di un milione di euro le erogazioni delle fondazioni bancarie nel 2016 >>> A ottobre la XIII edizione di LuBeC, Lucca Beni Culturali >>> Nuova edizione del Master in Imprenditoria dello Spettacolo dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna >>> Nuovo direttore per l’IRVAPP, l’istituto per la ricerca della Fondazione Kessler >>> Con il bando «Talenti Musicali» Fondazione CRT sostiene giovani musicisti all’estero >>> Premio More than Pink per migliorare la salute delle donne >>> E’ online la IV edizione FOUNDAMENTA#4, la call italiana per accelerare startup a impatto sociale >>> Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, Elesta Travel e Museo Bagatti Valsecchi propongono due percorsi guidati all’interno del progetto Milano Grand Tour >>> A Tokio la mostra Wonder Lab, organizzata da HEART & Crafts, Musée National de Tokyo, NHK Promotions e Asahi Shimbun insieme alla Fondation Bettencourt Schueller e all’Institut National des Métiers d’Art di Parigi >>> La nuova App SPAC3, un grande social artwork nel segno del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto
 


 
Più di un milione di euro le erogazioni delle fondazioni bancarie nel 2016
Il XXII Rapporto curato da Acri e pubblicato sul sito dell’Associazione evidenzia che nel 2016 le erogazioni delle Fondazioni di origine bancaria si attestano a 1.030,7 milioni di euro con un incremento del 10% rispetto all’esercizio precedente, a conferma del costante impegno per lo sviluppo sociale ed economico delle comunità e del Paese, con oltre 20mila interventi in vari settori di interesse collettivo.
Arte, attività e beni culturali, con 260,9 milioni di euro, pari al 25,3% del totale erogato, si conferma il primo settore specifico di intervento.
Segue quello del welfare (Assistenza sociale, Salute pubblica e Volontariato)  che in totale ha ricevuto 293 milioni di euro a cui però vanno sommati i 120 milioni di euro specificatamente indirizzati nel 2016 al Fondo per il Contrasto della Povertà Educativa Minorile. 
A Ricerca e Sviluppo vanno 124,2 milioni, a Sviluppo locale 101,4 milioni, a Educazione, istruzione e formazione 97,2 milioni. Ci sono, infine, i settori: Protezione e qualità ambientale, con 14,3 milioni, Sport e ricreazione, con 10,8 milioni, Famiglia e valori connessi, con 6,5 milioni; e poi Diritti civili, Religione e sviluppo spirituale, Prevenzione della criminalità e sicurezza pubblica, a cui vanno complessivamente 2 milioni di euro.
Al 31 dicembre 2016 i patrimoni delle Fondazioni ammontano complessivamente a 39,7 miliardi di euro, con un calo del 2,7% rispetto al 2015, a seguito di svalutazioni di asset che hanno interessato alcune Fondazioni.
Gli investimenti complessivi nelle conferitarie sono pari a 13,5 miliardi di euro, con una riduzione di 2,3 miliardi rispetto al 2015, dovuta alle scelte operate da 24 Fondazioni che hanno ridotto il valore delle partecipazioni per circa 1,9 miliardi complessivi e alla cessione di azioni per 443 milioni totali da parte di 9 Fondazioni. Su 88 Fondazioni, al 31 dicembre 2016, 34 non hanno più alcuna partecipazione nella banca originaria, 46 hanno partecipazioni minoritarie in società bancarie conferitarie che fanno parte di gruppi bancari, mentre le altre 8, di minori dimensioni, mantengono una quota di maggioranza, come tuttora consentito dalla legge.
Il totale dei proventi per l’esercizio 2016 ammonta a 1.357,2 milioni di euro (-3,8% rispetto al 2015), registrando una redditività media sul patrimonio pari al 3,4%, al pari dell’esercizio precedente. Le gestioni patrimoniali segnano un miglioramento (+ 9 milioni) e anche i dividendi crescono, di 168 milioni in totale, dove gli utili distribuiti dalle società conferitarie passano dai 395 milioni del 2015 a 630 milioni di euro (+235 milioni), mentre quelli derivanti da altre partecipazioni diminuiscono di 67 milioni. Gli altri investimenti registrano infine una flessione di 230 milioni di euro rispetto all’anno precedente.
https://www.acri.it/
 
A ottobre la XIII edizione di LuBeC
L'edizione 2017 di LuBeC, Lucca Beni Culturali  si  svolgerà dal 12 al 13 ottobre al Real Collegio di Lucca. Il tema portante della XIII edizione sarà Cultura 4.0, verso l'anno europeo del patrimonio, nel solco dei cambiamenti che coinvolgono il sistema economico-sociale a livello globale, modificando in maniera determinante la fruizione della cultura, imponendo dialogo, internazionalizzazione e multiculturalismo.
Obiettivo di LuBeC 2017 è attivare un cantiere di confronto e lavoro dedicato alle tante anime di cui è composto il Sistema Culturale, attraverso una due giorni che faciliti la conoscenza e la discussione tra tutti coloro che sono in prima linea nel processo di rinnovamento in atto tra Stato, mercato e terzo settore, offrendo proposte, opportuntià, buone pratiche tra cultura - tecnologia – turismo.
LuBeC intende, dunque, cogliere i sintomi e gli stimoli al cambiamento di un settore, quello culturale, che pesa circa 89 miliardi di Euro sul PIL nazionale, e si presenta come comparto trasversale e fortemente creativo che cerca la sua strada attraverso la sperimentazione di processi, prodotti e servizi sviluppati principalmente dal privato.
Infine innovazione e creatività si incontrano a LuBeC per dar vita a nuovi prodotti e servizi, grazie a Creathon, il primo hackathon per i territori culturali a base digitale che quest’anno vedrà sfidarsi i 15 team di creativi, provenienti dall’Italia e dall'estero, ispirandosi alle opere di due grandi Maestri: Puccini e Leopardi.
LuBeC si è confermato come luogo di internazionalizzazione con: la consueta presenza di un Paese Ospite; workshop internazionali; il servizio Europe Corner, che supporta imprese, non profit e PA nello sviluppo di progetti, network e competenze nel quadro della programmazione europea tout court e gli speciali Infodays dedicati alle novità dei programmi Europe Creative e Europe for Citizen.
https://www.lubec.it/
Scopri il programma
 
Al via la nuova edizione del Master in Imprenditoria dello Spettacolo dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna.
Sono in corso le iscrizioni per partecipare alla selezione del Master di I livello in Imprenditoria dello Spettacolo per l’anno accademico 2017-2018. Il Master – la prima edizione si è tenuta nel 2001-2002 – è stato istituito dal Dipartimento delle Arti dell’Alma Mater Studiorum Università di Bologna.
La  domanda di partecipazione  deve pervenire entro il 4 dicembre 2017.
Obiettivo del master è formare figure organizzative dello Spettacolo dal vivo (prosa, musica e danza) in possesso di competenze professionali rispondenti alle esigenze attuali del mercato nazionale e internazionale - in linea con l’evoluzione delle politiche culturali, sociali ed economiche - in grado di operare nella progettazione, produzione e distribuzione. A conclusione del percorso formativo, i partecipanti potranno ricoprire ruoli organizzativi/gestionali presso enti pubblici e privati: teatri, compagnie, istituzioni culturali.
Il Master, della durata complessiva di 1.500 ore (di cui 500 di stage), si avvale del patrocinio e della collaborazione di Emilia Romagna Teatro Fondazione, Fondazione e della Fondazione Teatro Comunale di Bologna; del patrocinio di ENCATC European Network on Cultural Management and Policy e di AGIS Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.
Il master è diretto dal prof. Marco De Marinis, il coordinamento generale è affidato ad Antonio Taormina. Le lezioni saranno tenute da docenti dell’Università di Bologna e di altri atenei e da esperti provenienti dal mondo imprenditoriale, tra gli altri: Lucio Argano, Franco Bianchini, Vincenzo Cavaliere, Elena Cervellati, Daniele Donati, Maurizio Frittelli, Mimma Gallina, Fulvio Macciardi, Andrea Maulini, Michele Trimarchi.
http://imprenditoriaspettacolo.blogspot.it/
Scarica il bando
 
Nuovo direttore per l’IRVAPP, l’istituto per la ricerca della Fondazione Kessler
Pier Luigi Sacco è stato nominato nuovo direttore dell’IRVAPP, l’Istituto per la ricerca valutativa sulle politiche pubbliche della Fondazione Bruno Kessler, ente di ricerca di Trento che opera nel campo scientifico, tecnologico e delle scienze umane. Succede ad Antonio Schizzerotto, che ha guidato l’Istituto fin dalla sua nascita nel 2008.
La Fondazione Bruno Kessler, fondata nel 2007 è un ente di ricerca pubblico senza fine di lucro ai primi posti in Europa per l’eccellenza scientifica. L’istituto conta 7 centri di ricerca ed oltre 500 tra ricercatori e dottorandi provenienti da oltre 25 paesi.
Pier Luigi Sacco (Pescara, 1964) succede ad Antonio Schizzerotto (Malo, Vicenza, 1944), professore emerito di Sociologia dell’Università di Trento, che ha guidato l’Istituto fin dalla sua nascita nel 2008. L’incarico di Sacco avrà durata triennale a partire dal 2018. Dopo un sociologo, dunque, arriva un economista della cultura alla guida di uno degli istituti di ricerca più importanti a livello internazionale.
Sacco, nominato attraverso un bando sulla base del curriculum e di un progetto per la direzione, è professore di Economia della Cultura all’Università IULM di Milano, senior researcher presso il metaLAB Harvard e visiting scholar presso la Harvard University. È, inoltre, Special Adviser del Commissario Europeo alla Cultura e all’Educazione e membro del Comitato Tecnico-scientifico per i Musei e l’Economia della Cultura del MIBACT.
Il neo-direttore è orientato a lavorare sulla trans-disciplinarietà della ricerca e degli approcci di valutazione delle politiche pubbliche. L’intneto è anche di dare spazio per la creazione di una innovation community che provi ad attirare l’attenzione della ventura philanthropy internazionale, delle istituzioni e delle aziende sulla valutazione dell’impatto delle politiche, che avrà una rilevanza sempre maggiore negli anni a venire. Ci sarà poi un dialogo sempre più intenso con gli altri Istituti della Fondazione Bruno Kessler, ognuno dei quali rappresenta un’eccellenza nel proprio settore.
Forte di un’esperienza accademica e professionale internazionale, Sacco punta soprattutto ad aumentare il prestigio dell’IRVAPP in ambito europeo. 
https://www.fbk.eu/it/
 
Fondazione CRT sostiene giovani musicisti all’estero
La Fondazione CRT, in partnership con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino, offre a giovani musicisti borse di studio fino a 12.000 euro per un anno di formazione in Italia o all’estero presso istituzioni, accademie o scuole di perfezionamento scelte dai candidati stessi. C’è tempo fino al 23 settembre per candidarsi al bando «Talenti Musicali».
Sono previste due categorie di borse destinate, rispettivamente, a tutti i diplomati (solisti o formazioni cameristiche) negli Istituti di Alta Formazione Artistica e Musicale del Piemonte e della Valle d’Aosta e ai diplomati in violino di tutta Italia.
Possono presentare domanda i diplomati con voto non inferiore a 9/10 o 100/110 (in caso di diploma accademico di primo o secondo livello), rientranti nei requisiti di età: 24 anni per tutti i diplomati nei Conservatori del Piemonte e Valle d’Aosta, 31 anni per gli aspiranti direttori d’orchestra, di coro, composizione e canto delle due regioni, 26 anni di media per le formazioni cameristiche piemontesi e valdostane e per i diplomati in violino nei Conservatori italiani. Per questi ultimi è prevista l’assegnazione di una borsa di perfezionamento fino a 8.000 euro, con la possibilità di utilizzare per un anno un violino di alta liuteria offerto dalla Fondazione Pro Canale di Milano. 
I vincitori dell’edizione 2017 si aggiungeranno così ai 180 giovani che, grazie alle borse finanziate dalla Fondazione CRT, hanno assunto ruoli di primo piano in rinomate orchestre e istituzioni musicali italiane e straniere: dal Teatro Regio di Torino all’Orchestra Sinfonica della Rai, dal Maggio Musicale Fiorentino all’Orchestra Sinfonica di Basilea, fino alla Sydney Symphony Orchestra presso l’Opera House.
fondazionecrt.it
 
Premio More than Pink per migliorare la salute delle donne
Il Premio «More than Pink» è un progetto pluriennale della Susan G. Komen Italia e dell’Associazione ItaliaCamp, in collaborazione con il Polo di Scienze della Salute della Donna e del Bambino della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, che promuove l’emersione, lo sviluppo e la valorizzazione di progettualità e pratiche innovative nell’ambito della salute della donna. 
Da maggio 2016 a gennaio 2017 con il progetto «Think for Women’s Health» i tre partner hanno coinvolto nei PinkCamp organizzati a Roma, Bolzano, Matera e Milano i principali stakeholder sul tema della tutela della salute della donna. 
Dagli incontri sono emerse 8 priorità tematiche di cui ne sono state selezionate tre. Il primo riguarda il Welfare Aziendale ossia progetti innovativi utili a promuovere nelle aziende l’adozione, il potenziamento o l’ottimizzazione di strategie di responsabilità sociale in tema di salute; segue l’Educazione cioè proposte innovative programmi di prevenzione primaria e secondaria, che a partire dalla scuola, incoraggino i giovani a prestare attenzione alla tutela della propria salute e ad adottare stili di vita più sani; infine progetti che introducano Tecnologie Innovative o nuovi servizi utili a migliorare i processi di diagnosi e cura nel campo della salute delle donne.
Per ciascuna categoria tematica verrà conferito il Premio More than Pink, del valore complessivo di 30.000€, di cui 15.000€ in denaro e 15.000€ in beni e servizi di tutoraggio e mentoring, a seguito della valutazione del Comitato Scientifico che stilerà una graduatoria finale.
Il termine ultimo per la presentazione dei progetti è il 30 Settembre 2017.
www.italiacamp.com
 
E’ online la IV edizione FOUNDAMENTA#4, la call italiana per accelerare startup a impatto sociale
SocialFare | Centro per l’Innovazione Sociale lancia FOUNDAMENTA#4, la quarta edizione della call italiana che si pone l’obiettivo di selezionare le migliori startup a impatto sociale nazionali e internazionali. La possibilità di candidarsi per partecipare al programma di Social Impact Acceleration by SocialFare chiuderà il 17 settembre 2017. Il programma è promosso e gestito da SocialFare con il sostegno della Compagnia di San Paolo ed il supporto di una rete di social impact investor privati.
La call si rivolge a team di progetto, startup ed imprese che promuovano sviluppo sostenibile generando valore sociale ed economico in risposta ad almeno uno dei 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile sottoscritti dai 193 Paesi membri dell’ONU nel programma d’azione «Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile».
SocialFare tramite la call intende selezionare: Business idea e team di progetto fortemente motivati e dedicati full-time, per generare impatto sociale positivo; Startup con MVP testato (prototipo o prodotto sul mercato), capaci di crescere a livello nazionale e internazionale; Imprese che promuovano sviluppo sostenibile, distinguendosi per offerta di prodotto/servizio innovativo, mission, valore e impatto sociale, stakeholder coinvolti, comunità e territori in cui operano, reputazione e trasparenza dei processi che sono in grado di attivare.
Le realtà selezionate avranno accesso ad un programma unico in Italia di Social Impact Acceleration: 4 mesi full-time - dal 30 ottobre 2017 all’8 marzo 2018 - con scadenze serrate e specifiche progettate con e per ogni startup. Il programma di accelerazione per startup a impatto sociale è ospitato a Torino presso Rinascimenti Sociali, luogo e rete di convergenza per accelerare conoscenza ed imprenditorialità a impatto sociale in Italia.
Tutti i team/le startup selezionate tramite FOUNDAMENTA#4 riceveranno servizi di accelerazione & investment readiness (per un valore di 40mila euro): formazione specifica che ibrida l’approccio lean startup, design thinking e design sistemico; mentorship ed advisory dedicata; utilizzo gratuito di un desk negli spazi co-working e delle sale riunioni nel centro di Torino.
Oltre ai servizi di accelerazione & investement readiness per le startup selezionate, considerate meritevoli di un primo investimento, è previsto un seed fund pari a 10mila euro.
Le startup che non provengono dal Piemonte, giudicate non ancora pronte per il seed fund ma considerate di alto potenziale ed interesse per il programma, saranno supportate con un’accomodation gratuita a Torino per tutta la durata dell’accelerazione.
Il programma sarà co-sviluppato con i team selezionati sulla base del diverso stadio del loro sviluppo e delle loro esigenze specifiche. Alla fine dell’accelerazione, le startup parteciperanno al Social Impact Investor Day (8 marzo 2018): evento che permetterà loro di entrare in contatto diretto con investitori pronti a rischiare su imprese innovative di eccellenza. All’evento partecipano business angels, fondi di investimento, fondazioni, family office e banche.
Scarica il bando
Per candidarsi
 
Itinerari d’arte a Milano
Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, Elesta Travel e Museo Bagatti Valsecchi propongono due percorsi guidati all’interno del progetto Milano Grand Tour: itinerari inediti per far conoscere i luoghi, i materiali e i segreti dei mestieri d’arte milanesi.
La collaborazione nasce all’insegna della valorizzazione del bello e ben fatto riguardo alla lavorazione dei metalli e del pellame.
Inoltre fino  al 15 settembre 2017 è aperta la raccolta delle candidature per il progetto di tirocini formativi di Fondazione Cologni. La durata del tirocinio retribuito è di 6 mesi
Le candidature dovranno essere presentate alla Fondazione Cologni dalle Scuole di arti e mestieri di tutta Italia, che dovranno inviare i cv dei migliori neodiplomati, neolaureati o neoqualificati insieme all’indicazione della bottega o azienda artigiana resasi disponibile ad ospitare il candidato. Qui il modulo per la candidatura.
Scopri il programma
 
A Tokio la mostra Wonder Lab, tra artigianato e innovazione
Dall’11 settembre al 26 novembre 2017 il Museo Nazionale di Tokyo ospiterà la mostra itinerante «Wonder Lab», organizzata da HEART & Crafts, Musée National de Tokyo, NHK Promotions e Asahi Shimbun insieme alla Fondation Bettencourt Schueller e all’Institut National des Métiers d’Art di Parigi.
Riunendo 15 selezionati maestri d’arte francesi, la mostra, che offre un nuovo sguardo sulla creazione contemporanea, vuole far dialogare due culture per le quali la figura del maestro artigiano è sempre stata centrale e ricca d’importanza: il Maître d’Art francese e Tesoro Nazionale Vivente giapponese.
Dalla carta alla ceramica, dalle piume all’oreficeria la mostra da un lato esprime l’idea di meraviglia, d’incanto, di piacere e di sorpresa (Wonder) e dall’altro fa riferimento alla ricerca, all’innovazione, alla natura esperienziale della conoscenza (Lab).
Tra i maestri in mostra: Serge Amoruso, Emmanuel Barrois, Christian Bonnet, Fanny Boucher, Roland Daraspe, Lison De Caunes, Gérard Desquand, Jean Girel, Michel Heurtault, Nathanaël, Le Berre, Sylvain Le Guen, Laurent Nogues, François-Xavier Richard, Nelly Saunier, Pietro Seminelli.
wonderlabexpo.com
 
La nuova App SPAC3, un grande social artwork nel segno del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto.
Il 28 luglio, in occasione del lancio della missione spaziale VITA con l'astronauta Italiano Paolo Nespoli, nascerà un'opera collettiva, un grande social artwork nel segno del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto. La nuova App SPAC3 che RAM radioartemobile e ESA (Agenzia Spaziale Europea) hanno sviluppato in collaborazione con ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, permette a tutti di esserne partecipi con il proprio contributo creativo.
La App SPAC3 permetterà agli utenti di scattare foto su argomenti specifici (la vita sulla terra, la salute, le città sostenibili...) sovrapponendole alle foto spaziali di Nespoli: pubblicate sui social, andranno poi ad alimentare un flusso continuo di immagini visibili sul web sotto forma del nuovo segno di infinito. 
La App sarà disponibile gratuitamente per Android e iOS, in concomitanza con la partenza della missione VITA.
www.terzoparadiso.org