Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

CAPITALE UMANO, CAPITALE CULTURALE E INNOVAZIONE A LUCCA PER LUBEC 2015

  • Pubblicato il: 24/09/2015 - 13:59
Autore/i: 
Rubrica: 
NOTIZIE
Articolo a cura di: 
Redazione

L’XI edizione di Lubec, l’8 e 9 ottobre prossimi, sarà Capitale Culturale Capitale Umano. L’Innovazione al servizio della Cultura. Una full immersion di due giorni tra beni culturali, innovazione e turismo con operatori della PA e imprese, decisori pubblici e tecnici, non profit e professionisti, università e ricerca, che si incontrano per costruire, conoscere, confrontarsi nel grande “sistema della cultura” con 180 speakers, 20 convegni, matching e laboratori, B2B, espositori e una grande maratona di creatività

 
«LuBeC nasce nel 2003 a Lucca, archetipo della città d'arte italiana, fino agli anni novanta autoreferenziale e chiusa in se stessa, poi aperta a una promozione di sé prima nazionale, poi internazionale. Quindi Lucca beni culturali, Lubec appunto, che Promo PA, la Fondazione che l'ha creata e che la organizza , trasforma negli anni da evento cittadino a incontro internazionale.

E proprio in uno scenario internazionale che vede l'allontanamento dalle città di industrie e complessi artigianali Lubec interpreta le esigenze di cambiamento e trasformazione socioeconomiche che ne derivano e che hanno come naturale baricentro la valorizzazione del patrimonio culturale» Così Gaetano Scognamiglio, Presidente di PromoPA Fondazione.
 

Effettivamente questo incontro annuale, rappresenta ormai un riferimento equilibrato e pragmatico della evoluzione delle politiche culturali del Paese, talché il MiBACT ne è diventato non a caso promotore ed ospite fisso.

Pur attenta alle ricadute in senso di accoglienza turistica della valorizzazione, l'attenzione si concentra negli anni sullo snaturamento dell'animus loci e sull'omologazione commerciale che soffrono le città d'arte , cercando vie alternative fondate sulla riscoperta delle identità.

Si vanno così approfondendo gli asset Uomo, Cultura, Tecnologia e Occupazione, e le riflessioni sul rapporto Pubblico - Privato, come strada maestra per la valorizzazione della filiera beni culturali – tecnologia – turismo, offrendo una visione multidisciplinare sulle opportunità di crescita del sistema.

Proprio per uscire dalla sovrapposizione fra valorizzazione e turismo, che rischiano di diventare sinonimi, viene dedicata una crescente attenzione alle potenzialità per l'economia e per l'occupazione, derivanti dallo sviluppo delle tecnologie applicate al settore. In questo quadro si colloca LuBeC Digital Technology, la rassegna espositiva delle soluzioni ICT applicate alla valorizzazione dei beni culturali e al marketing territoriale, che accompagna da qualche anno la parte convegnistica.

Nella stessa ottica si colloca il grande tema della rigenerazione “dell’industria culturale” fra pubblico e privato, favorendo la circolarità delle innovazioni e dei modelli di successo e aggregando i partecipanti in una “comunità basata sulla conoscenza”, che opera a livello internazionale.

Consapevole dell’importanza del patrimonio culturale come valore in sé Lubec vede un volano economico non nella valorizzazione in quanto tale ma negli effetti che questa produce, salvaguardando quindi l'equilibrio inteso in senso sinergico fra tutela e valorizzazione, focalizzando l'attenzione , in particolare nell'edizione di quest'anno, che si inaugura l'8 ottobre, su una griglia tematica che pone la filiera della cultura in stretta connessione con le politiche di sviluppo proprie dell’ICT, della Green Economy e del Made in Italy, facendo leva anche sulle nuove opportunità dell’Europa 2020.

«… L’edizione che è alle porte - dice Francesca Velani, che di Lubec è il Direttore - ha messo in programma in due giorni una serie di appuntamenti davvero straordinari, frutto di passione e di competenza. Tra tutti due eventi : la Sessione Plenaria inaugurale che vede la presentazione in anteprima assoluta dei primi dati di Art Bonus e il Forum di conclusione con la presenza dei Direttori di fresca nomina dei Grandi Musei italiani, riuniti insieme per la prima volta in un evento pubblico . Vogliamo inoltre lanciare in questa edizione la Rete delle città per il Piano Strategico della Cultura, per la creazione di un sistema circolare di informazioni, di programmazione e di valorizzazione dei territori che tenga conto delle opportunità dei finanziamenti europei e dei possibili interventi di privati e di enti.”

Mentre Antonella Recchia, Segretario Generale del MiBACT e Ettore Pietrabissa Direttore Generale di Arcus a presenteranno i primi dati pubblici di Art Bonus, un altro momento clou sarà proprio l’incontro organizzato in collaborazione con il Focus Point capitali Italiane della Cultura del MiBACT, al quale parteciperanno il Sindaco di Matera Capitale Europea 2019 De Ruggieri, con i Sindaci delle altre Città Capitali italiane, Siena, Cagliari, Ravenna, Lecce, Perugia e con quelli di Aquileia, Como, Ercolano, Mantova, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni, le dieci città finaliste per il titolo di capitale italiana della cultura per il 2016 e 2017. A livello di sviluppo locale del territorio la dimensione culturale rappresenta una possibilità innovativa di governance: la pianificazione culturale si fonda sul riconoscimento del valore strategico delle risorse culturali di ogni città, che messe in Rete, diventano esempio e visione condivisa di un futuro possibile che valorizzi da un lato il Capitale Culturale e dall'altro il Capitale Umano che garantisce la prospettiva di crescita di un territorio se questo possa offrire formazione e preparazione ai Talenti per trattenerli e coinvolgerli nel proprio sviluppo.

E proprio ai nuovi talenti hanno pensato infine gli organizzatori con Creathon®, una maratona digitale non stop che vede impegnati per 24 ore oltre 60 fabbricatori digitali provenienti da tutta Italia, che si sfideranno per ottenere il primo posto sul podio e vedere, così, realizzato il loro progetto. Organizzata da Promo PA Fondazione in collaborazione con MiBACT, Polo Tecnologico Lucchese e con Fondazione Italiana Accenture come partner, Creathon® invita i team a dar vita a prodotti virtuali o reali dedicati a turismo, cultura, musei, enogastronomia, territorio e hitech con l’obiettivo di promuovere l’audience development della filiera Turismo, Cultura, Enogastronomia.
 

LuBeC – Lucca Beni Culturali

Lucca, Real Collegio 8 e 9 otobre 2015 – XI ed.

Info: info@lubec.it - + 39 0583 582783

Programma completo: www.lubec.it

Direttore: Francesca Velani, f.velani@promopa.it

Ufficio Stampa: Jacopo Papp, iacopo@conversazioni.net
 

LuBeC è un evento di Promo PA Fondazione:

Promo PA Fondazione nasce nel 2003 come fondazione di ricerca orientata a operare nel campo della formazione e dei beni culturali. La scelta dei beni culturali come fondamentale campo di attività della Fondazione deriva dalla consapevolezza che i beni culturali costituiscono un asset strategico per il Paese e come tali vanno non solo doverosamente tutelati e valorizzati, ma anche divulgati per diffondere prima di tutto nei giovani la conoscenza del nostro immenso patrimonio, che è sempre stato fonte di ispirazione e di creatività, nonché valorizzati. In questo campo si intrecciano tecnologie, innovazione, sviluppo economico, nuovi modelli di governance pubblico-privato per la valorizzazione.