Italia Non Profit - Ti guida nel Terzo Settore
 

Francesco Profumo

NOTIZIE IN BREVE DAL MONDO DELLE FONDAZIONI

  • Pubblicato il: 20/04/2018 - 07:44
NOTIZIE

>>> A Cinecittà con RomeVideoGameLab il videogioco fa scuola >>> Secondo Festival dello Sviluppo Sostenibile >>> A Reggio Emilia la XIII edizione di FOTOGRAFIA EUROPEA, il festival della Fondazione Palazzo Magnani >>> Fondazione dei Monti Uniti finanzia il restauro della tela dei Santi Guglielmo e Pellegrino che ritorna nella cattedrale di Foggia >>> A CUBO – Centro Unipol Bologna immagini e documenti inediti sulla Liberazione >>> Fondazione 1563 premia i migliori studiosi del Barocco >>> ‘Architettura immaginata’ alla Fondazione Cini di Venezia >>> A proposito di start up: sul «Corriere Torino» l’opinione del presidente di Compagnia di San Paolo.

Articolo a cura di: 
Francesca Sereno
Autore/i: 

Nasce Nesta Italia

  • Pubblicato il: 15/10/2017 - 20:01
FONDAZIONI D'ORIGINE BANCARIA

Dalla principale fondazione per l’innovazione UK, nasce Nesta Italia, per operare in campo sociale. Esigenza di nuovi contesti poste Brexit o dell’interesse diffuso verso la costruzione di un modello mediterreano ai grandi challenge, Nesta Italia, è  nasce come fondazione privata creata grazie alla collaborazione tra Nesta, fondazione filantropica di portata globale con sede a Londra, e la Compagnia di San Paolo. Educazione, Salute, Arte e Patrimonio Culturale saranno gli assi d’intervento. Marco Zappalorto, Direttore di Nesta Italia afferma che “abbiamo scelto l’Italia consapevoli dell’esistenza di un ecosistema molto attivo nel terzo settore (…). L’esperienza pluridecennale delle cooperative, la vitalità del non-profit rappresentano e  questo è ancora più vero nel caso di Torino”. Nel board il prof. Mario Calderini, tra i principali esperti internazionali di finanza d’impatto. “Sviluppo di competenze più creative connesse al digitale, salute e invecchiamento della popolazione, immigrazioni,  trasformazioni socio-demografiche, nuovi modelli imprenditorialità e  modalità innovative  nel coinvolgimento dei pubblici per la cultura.” Il comitato scientifico verrà reso noto a breve. Prossimo appuntamento il 14 dicembre per l’annuncio di un progetto di 5 milioni di euro.

Articolo a cura di: 
Cristina Casoli
Autore/i: 

Pagine